fbpx
Chiamaci al 348 694 8736
    Le spese di spedizione sono gratis per spese superiori ai 44 euro, con cashback su ogni acquisto
  • Carrello (0): 0,00€
0,00€
Detergente intimo bio: quale scegliere?

Detergente intimo bio: quale scegliere?

La corretta igiene intima è una prassi fondamentale per il benessere di ogni donna.

L’igiene intima quotidiana interessa la parte esterna che funge da barriera per gli agenti patogeni verso l’interno grazie al suo pH acido e alla presenza di una naturale flora batterica.

Un buon detergente deve considerare questa fisiologia senza indebolire la flora batterica e senza alterare il pH naturale.

Questa funzione viene svolta dal detergente intimo bio.

Detergente intimo bio

Come scegliere il detergente intimo bio giusto?

  • Prestare attenzione al pH: è molto importante rispettare il pH intimo per favorire la naturale protezione da virus e batteri, ma esso varia in base all’età della donna. Ad esempio in età fertile gli estrogeni favoriscono la crescita dei lactobacilli che producono acido lattico rendendo l’ambiente molto acido con un pH intorno al 4, è opportuno quindi usare un detergente intimo acido intorno al pH 3.5- 5.5. Inoltre, durante la gravidanza il pH può abbassarsi ulteriormente. Durante la pubertà e la menopausa invece, non essendoci gli estrogeni, il pH diventa quasi neutro intorno al 6. Per questo motivo un detergente troppo acido potrebbe causare irritazioni ed è preferibile optare per un detergente delicato o con un pH più alto.
  • Utilizzare sempre tensioattivi delicati: la zona intima è molto delicata e va detersa con estrema dolcezza. Infatti, il detergente intimo entra a contatto con le mucose, uno strato di cellule molto sottile, e anche in caso di lavaggi frequenti non deve alterare la flora batterica. É bene che sia formulato con tensioattivi delicati e non aggressivi che possono causare eccessiva secchezza e irritazioni. 
  • Evitare i profumi: i detergenti intimi profumati con un odore persistente possono causare allergie ed irritazioni, quindi è meglio preferire un detergente intimo neutro o con profumazione priva di allergeni

Quali consigli seguire per una perfetta igiene intima?

  • Utilizzare detergenti intimi con antibatterici quando non necessario può portare ad un indebolimento della flora batterica naturale. Questi tipi di detergenti andrebbero utilizzati solo in particolari condizioni come: in piscina, in palestra o durante un’infezione batterica. É sempre preferibile usare comunque antibatterici naturali.
  • Indossare indumenti intimi sintetici e un abbigliamento troppo stretto può comportare l’insorgenza di infiammazioni.
  • Durante le mestruazioni è opportuno effettuare detersioni più frequenti ma senza esagerare. L’importante è cambiare spesso l’assorbente.
  • Utilizzare la coppetta mestruale al posto dei comuni assorbenti riduce il rischio di infezioni.
  • L’utilizzo dell’asciugamano deve essere strettamente personale con frequenti cambi.
  • Utilizzare detersivi per la pulizia della biancheria intima a basso dosaggio e con risciacqui abbondanti per evitare il rischio di irritazioni.

Ph detergente intimo bio

Detergente intimo bio: le nostre migliori scelte

- Laurea Umanistica -Content Marketing Practitioner at Digital-Coach -La mia grande passione per la cosmesi biologica e naturale mi ha portata ad approfondire le tematiche di questo settore fino ad aprire un blog personale incentrato sul mondo ecobio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.